NOTA! Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Menù principale

Game Community Network

     

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3             In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

Abyss Odyssey - Recensione - Un'esperienza originale e molto curata nei combattimenti

Piattaforme: PS3, PC e Xbox 360

Sviluppatore: ACE Team

Genere: Azione

Data di uscita: 15 luglio 2014

Modalità: Single player e co-op

Supporto per il controller: Sì

Uno sviluppatore diverso dagli altri

La storia

Gameplay e livelli di difficoltà

Combattimenti accurati

In conclusione

Uno sviluppatore diverso dagli altri

Una cosa di cui non si può accusare il team dello sviluppatore cileno ACE è di arare il solito terreno ben battuto come altri produttori di giochi indie. Il suo titolo di debutto, Zeno Clash, abbinava lo stile dell'arte surrealista con il combattimento corpo a corpo in prima persona. Poi sono venuti Rock of Ages e Super Monkey Ball, in stile Monty Python attraverso la storia classica. Abyss Odyssey è il terzo titolo originale di questo studio e, ancora una volta, il suo ambiente è unico, rispetto a qualsiasi altra cosa abbia visto nei videogiochi. Si tratta di uno strano mix di combattimento in 2D ed immagini surreali.  La struttura del gioco è una combinazione di livelli generati proceduralmente, platform 2D, sistemi di combattimento intricati e on-line, con una progressione guidata dalla comunità. Non sempre questi elementi si adattano insieme senza problemi, ma quando questo avviene, Abyss Odyssey dà il meglio.

La storia

Santiago, 1890: strane fessure sono apparse in tutta la città, rivelando un regno inferiore di mostri e di esseri insoliti. Mentre l'esercito cerca di contenere questa marea da incubo, appare una strana donna, che brandisce una spada e salta nella mischia a combattere. Il suo nome è Katrien e lei rivela che queste creature e l'abisso stesso sono aspetti della mente di un potente stregone. Tutto questo è la configurazione di un tipo particolarmente unico di gioco roguelike, che è più vicino al recente mare senza sole che The Binding of Isaac o Spelunky. Questi giochi si concentrano più sull'acquisizione di conoscenze ed esperienza per aiutarvi a progredire nel tempo, ma Abyss Odyssey è costruito più per ripetere i livelli e rettificare l'esperienza per aiutare il progresso del giocatore.

Gameplay e livelli di difficoltà

Anche se in Abyss Odyssey c'è la morte permanente, non è attuata in modi a cui siete abituati; per cominciare, se Katrien o uno degli altri giocatori dovessero morire, un soldato entrerà in azione e potrà rilanciare l'eroe caduto [...]. I giocatori morti manterranno l'esperienza ed il loro livello, insieme a tutti i soldi che hanno trovato. [...] Ci sono ancora alcuni picchi di difficoltà, come dei mini-boss con cui si ha un vero e proprio pestaggio anche se hai superato facilmente i livelli superiori. Qui la frustrazione è dovuta al fatto che il progresso si sente come abbastanza lento, a volte, soprattutto dopo che hai ripetuto i pochi livelli di apertura già otto o nove volte. Le ambientazioni generate proceduralmente non sono abbastanza varie per rendere particolare un determinato livello, così si ha la sensazione di girare le ruote, mentre lentamente si ottengono i premi.

Ci sono tre ingressi che portano all'abisso, ciascuno con il proprio set di livelli che scendono sempre più in profondità nel terreno. Ogni livello è generato proceduralmente ed il livello di difficoltà sarà diverso ogni volta che si gioca, anche se in realtà si manifesta solo nei nemici che si incontrano. Cose come le punte e le pozze di lava non aumentano drasticamente la sfida e, nelle prime ore, vedrete solo una manciata di nemici. La difficoltà aumenterà fino al punto in cui cercherete solamente di evitare la riduzione della quantità di salute, fino all'eventuale scomparsa. Non lasciatevi ingannare, però. I nemici sono ancora difficili da affrontare anche ad un livello facile. I soldati zombie e gli uomini uccello, dall'aspetto bizzarro [...], sono difficili da affrontare di per sé, ma quando te ne trovi davanti due o tre alla volta, diventa veramente importante per il giocatore tenere la guardia e colpire prima i nemici più deboli. Schiveranno gli attacchi con proiettili e vi inseguiranno [...]. Comunque è chiaro che quando i nemici sono in possesso di armi speciali e cose come le chiavi, rende più facile sapere chi si deve attaccare per primo.

Combattimenti accurati

In Abyss Odissey la profondità del combattimento è sorprendente. Ogni personaggio può impugnare una sola arma principale (diversi soldati utilizzano diverse armi da fuoco come attacco speciale), ma c'è ancora molto da padroneggiare. I nemici sono abbastanza intelligenti per schivare i vostri attacchi e spostarsi, anche ai livelli di difficoltà più facili. Gli swipes possono colpire i nemici che si trovano dietro il giocatore [...]. Una frustrazione è rappresentata dal fatto che è facile che il vostro personaggio sia rivolto nella direzione sbagliata. Katrien è il più equilibrato fra i personaggi giocabili, soprattutto in termini di velocità rispetto al Ghostly Monk. C'è una serie di mosse che hanno tutti i personaggi, dall'annullamento degli attacchi speciali, all'utilizzare l'aria per schivare e per avviare una nuova combo. Mentre sono riluttante a dire che Abyss Odyssey abbia la stessa profondità di mosse come qualcosa di simile a Street Fighter IV, ha comunque un robusto sistema di combattimento, più di quanto ci si aspetterebbe da un gioco che sembra essere un action-platform 2D. L'aggiunta di due giocatori in co-op rende le sequenze di combattimento ancora più frenetiche e divertenti.

Un'altra caratteristica interessante è la possibilità di prendere il controllo dei nemici e usarli come personaggi secondari. Se si accumula mana a sufficienza, si può scatenare un incantesimo che cattura un avversario e ti permette di scambiarlo con il vostro personaggio principale. Il tuo personaggio catturato ha una barra di salute propria, quindi vale la pena alternare i due ed approfittare di ciò fino a che il tuo personaggio principale sia completamente guarito. Tuttavia, sarebbe stato bello se tutto ciò fosse stato spiegato all'inizio del gioco; un sacco di piccole meccaniche fondamentali non sono adeguatamente presentate, rendendo esasperante il tutorial-prologo con non-morte che c'è alla partenza. Ci sono indicatori che fanno vedere dove si dovrebbe bloccare, dash e così via, ma non c'è nessun pulsante che vi dica esattamente come fare questi movimenti. Sono dovuto tornare al menu principale e guardare sullo schermo la configurazione del controller per capire cosa dovevo fare. Questo senso di scoperta può essere eccitante per qualcuno, ma qui si avverte come un ostacolo al progresso.

In conclusione

In un gioco come questo, dove la padronanza del gameplay è fondamentale, occorre imparare tutto molto presto, e questo può rendere Abyss Odyssey un po' opprimente. Una volta capito che quello che ci si può aspettare e di morire e ricominciare, sarete in grado di entrare in qualche fessura che vi permetterà di esplorare ulteriormente questo gioco. Anche se sarebbe bello vedere un po' più di varietà negli schemi dei livelli e dei primi nemici, c'è comunque un sistema di combattimento davvero piacevole e profondo, il che è una ragione sufficiente per scendere nell'abisso [Ma solo nel gioco, però. N.d.T.].

Fonte: destructoid.com

Cerca nel sito


Utenti registrati in GC Social

Ultimi 40 articoli

Tutte le recensioni

Condividi questa pagina di Game Community

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Articoli pubblicati su GC Recensioni

Articoli pubblicati su GC Recensioni

GC Recensioni, ovviamente, si occupa di recensioni... in mezzo ci sono comunque altri tipi di articoli. La novità principale di questo sito del network di Game Community è il fatto che gli utenti registrati possono autopubblicare le proprie recensioni di videogiochi. Anche tu puoi essere un recensore, ma forse lo sei già!

Ultimi articoli

Written on 22/10/2016, 21:30
considerazioni-sui-giochi-che-hanno-la-modalita-multiplayer-offline-con-i-bot Nel corso dell'ultimo decennio, il mondo videoludico ha saputo offrire ai giocatori, sempre più,...
Written on 22/10/2016, 15:58
lo-sviluppatore-di-rime-afferma-di-non-avere-problemi-di-sviluppo-con-il-gioco RIME è un gioco che venne annunciato nel lontano 2013, ma da allora scomparve...
Written on 22/10/2016, 15:55
data-di-uscita-prevista-per-la-versione-ps4-di-crash-bandicoot La collezione di giochi Crash Bandicoot Remastered per PS4 potrebbe avere una data di...
Written on 22/10/2016, 15:52
la-generazione-procedurale-in-star-citizen Secondo Chris Roberts, presente al CitizenCon, il gioco ha ora un sistema completamente nuovo...
FacebookMySpaceTwitterDiggRedditNewsvineLinkedin